Lo Yamaha BW’s

Il piccolo scooter di cilindrata ridotta simile al Piaggio Typhoon o al Gilera Stalker, nato dalla casa motociclistica originaria del Giappone, Yamaha Motor, che dal 1988 venne distribuito in Europa sotto il nome di MBK Booster, è una delle icone più forti della periferia anni ’90.

La nascita

Commercializzato in Europa grazie allo stabilimento francese MBK, questo veicolo nasce dall’idea di portare sul mercato uno scooter a ruote alte, BW sta appunto per “Big Wheels”.

L’idea originaria fu già partorita nel 1985 ma la prima presentazione ufficiale avvenne al salone di Tokyo nel 1988 cercando di spingere il prodotto nel mercato interno giapponese e in quello statunitense.

Il successo

Inizialmente lo scooter ottenne poca attenzione ma nel 1989, presentato al salone di Parigi, riscosse tanto successo da spingere l’azienda a spostare la produzione in Francia, cominciando a distribuire il veicolo al pubblico già nel 1990.

Nel ’94 il motorino da impennata, cosi era stato soprannominato nelle periferie, ricevette alcune migliorie come il freno a disco, spingendo ancora le vendite e arrivando a un milione di esemplari venduti nel 1999.

Dopo 11 anni di stallo, nel 2010, è stato presentato un modello con cilindrata aumentata a 125 cm³ passando da un motore a 2 tempi a uno a 4.

Per saperne di più visita

qui